Nives Marcassoli nasce a Ranica (BG), vive e lavora a Pavia. Studia a Bergamo dove consegue il diploma di stilista. Il suo percorso artistico inizia con la pittura: agli inizi degli anni ’80 frequenta la Civica scuola di pittura di Pavia, diretta dallo scultore Alberto Ghinzani. Allieva di artisti del calibro di Roberto Ercolini, Fabio Aguzzi, Mario Raciti e Roberto Sommariva, nel 1985 è tra i soci fondatori dell’Associazione Arti Visive Marabelli (AR.VI.MA). Espone le sue opere in mostre collettive di pittura fino al 1995.
Negli anni ’90 si avvicina al mondo del vetro; approfondisce e studia le tecniche della vetrofusione e della lavorazione a caldo studiando con vari artisti: nel ’92 con Jorg Kleiner (Svizzera) e dal ’94 con Miriam Di Fiore (Italoargentina) della quale è stata allieva per diversi anni. Nel 2000 fa la sua prima esperienza in fornace con l’artista Tom Rowney (Australia) presso la Creative Glass di Zurigo. Nel 2005 partecipa al corso residenziale di Hot-Cast-Glass tenuto dall’artista Mitchell Gaudet (News Orleans) presso la Pilchuck Glass School di Seattle, WA.
Contemporaneamente si specializza nella realizzazione di vetrate per arredamento e complementi di arredo dando vita al laboratorio artistico/artigianale I vetri di Nives®.
Nel 2001 è assistente di Miriam di Fiore ai corsi internazionali del vetro organizzati dal Centro Studio Vetro di Murano.
Nel 2004 apprende la tecniche di lavorazione a freddo del vetro sotto la guida di Claudio Tiozzo, a Murano.
Dal 2002 è docente ai corsi di vetrofusione presso la Associazione Pandora.

Opere pubbliche

Dal 2000 al 2007 lavora alle vetrate della Chiesa del SS. Crocifisso di Pavia, da lei interamente progettate e realizzate, per un totale complessivo di ca. 100 mq.
Nel 2006, per il Comune di Vernate (Mi), realizza in vetrofusione un’intepretazione di un quadro del pittore statunitense William Congdon, collocata in un’edicola all’interno del Cimitero di Pasturago di Vernate (Mi).
Nel 2010 viene posata all’interno del Nuovo Centro Culturale “Roberto Gritti” in Ranica (BG), la scultura GIOCHI SOSPESI, una riflessione sull’infanzia, il gioco e lo sfruttamento del lavoro minorile, nel secolo scorso ed oggi.
2013 - UN GIORNO DI PAGA: scultura posizionata nel nuovo Centro Culturale di Ranica (Bergamo), una riflessione su donne e ragazze che, dopo un breve apprendistato, iniziavano a lavorare in fabbrica sui telai, agli inizi del 1900.

Esposizioni

Partecipa all’edizione del 2002 della Glass Conference ad Amsterdam, nel 2004 a New Orleans (dove sfila con un vestito in vetro da lei creato per il Glass Fashion Show) e nel 2007 a Pittsburg, tenendosi costantemente aggiornata sulla lavorazione del vetro.
2005 - Collettiva presso la Galleria Regina Murano (VE).
2010 - Love Art 2, (collettiva) a cura di Cecilia Ci, Palazzo Orsini, Scorzè (VE).
2010 - Melting pot - Pensiero d’artista (collettiva) a cura di Adolfina De Stefani e Barbara. Codogno, nell’ambito del Progetto internazionale Walking Freedom Fort 2010, Forte Marghera, VE.
2010 - Di Vetro e d’Acqua (Personale), sede galleggiante del Club Vogatori sul Ticino in Pavia.
2011 - 2° Vitrofestival di Romont, collettiva, Vitromusée, Romont (CH).
2011 -  Di Fuoco e d’Acqua, personale a cura di Grazia Chiesa, Galleria 9 Colonne, Milano.
2013 - Tra-sparire, personale a cura di Adolfina De Stefani, Galleria 3D Mestre, Venezia.
2013 - Chiare fresche dolci et dolci acque a cura di Francesca Mariotti, 
spazio d’arte L'altrove, Ferrara.
2014 - Arte del vetro oggi in Italia, mostra a cura di Jean Blanchaert. Nives è una degli artisti invitati alla mostra dei maestri vetrai di arte contemporanea. Villa Necchi Campiglio, Milano.

Lo studio iniziale del disegno e della pittura, l’approfondimento di tecniche avanzate di fusione, light painting e procedimento a caldo, si fondono e sono alla base di quella capacità tecnica, stilistica ed espressiva con cui Nives crea le sue opere e percorre l’appassionato sentiero della scultura.